TAN – Il racconto di Antonio

Pubblichiamo l'articolo di Antonio Di Leo

Regata Accademia Navale di Livorno 16/17 aprile 2011

Optimista

Arrivati a Livorno abbiamo armato le barche, ci siamo cambiati e Alessio, il nostro istruttore, ci ha spiegato a grandi linee il percorso di regata.
Siamo usciti in mare e il vento era sui 16 nodi, in poco tempo siamo arrivati alla partenza. Dopo un po’ sono partiti gli juniores, tra cui la mia amica Giulia, passati 5 minuti siamo partiti noi cadetti. La Bolina non è andata benissimo mentre nel Lasco e nella Poppa siamo andati meglio. Dopo qualche istruzione siamo ripartiti e siamo riusciti a migliorare nella Bolina; noi cadetti siamo tornati a terra mentre gli juniores facevano l’ultima prova.
Tornati a terra abbiamo disarmato le barche e ci siamo cambiati,poi siamo saliti in macchina e tornati a casa.

Il giorno dopo tornati a Livorno abbiamo nuovamente armato le imbarcazioni. Ci siamo cambiati e siamo tornati in acqua, il vento era leggermente inferiore al giorno prima. La regata però non è andata meglio di sabato e siamo tornati a terra delusi, escluso Enrico che non è andato poi così bene rispetto ai risultati generali della regata, bensì rispetto ai suoi risultati soliti.

Siamo andati alla premiazione che si è tenuta all’ Accademia Navale, nessuno di noi ha avuto un premio poiché venivano premiati solo i primi cinque di ogni classe. A quel punto ci siamo diretti verso il buffet, dopo di ciò siamo tornati a casa,abbiamo scaricato l’attrezzatura e ci siamo salutati.

Antonio Di Leo

X

Pin It on Pinterest

X