Il mare in pentola e non solo…

Oggi parliamo di Branzinobranzino

Il Branzino (Dicentrarchus labrax) viene chiamato anche Spigola, Ragno (tratti della costa toscana) o Pesce lupo. E’ di taglia medio-grande, con corpo slanciato, muso appuntito e bocca grande con mandibola leggermente prominente e protrattile. E’ un pesce molto pregiato che vive nelle acque temperate del Mediterraneo, nel Mar Nero e nell’Atlantico orientale. Predilige le acque costiere ed eccezionalmente lo si ritrova nelle profondità marine. Abita in qualsiasi tipo di fondale, da quelli rocciosi alle praterie di posidonia. È un predatore notturno e si nutre di piccoli pesci e crostacei. In età giovanile vive in piccoli branchi ma in età adulta tende a diventare solitario. Si riproduce nei mesi invernali tra gennaio e marzo. E’ una specie ittica oggetto di acquacoltura sia estensiva (lagune e valli), che intensiva (vasche e gabbie) in acque marine e salmastre.

La mia ricetta

Spaghetti alle uova di branzino

Ingredienti:

  • 2 spicchi d’aglio
  • 3 cucchiai olio EVO
  • 400 gr pasta ( tipo linguine )
  • 200 gr Uova di Pesce ( branzino o, in alternativa, merluzzo/tonno)
  • 200 gr pomodorini Pachino o Datterini o del Pendolo
  • Prezzemolo
  • Sale e Pepe
  • ½ bicchiere di vino bianco

Riscaldare l’olio in una padella capiente, aggiungere e far dorare gli spicchi d’aglio precedentemente schiacciati. Tagliare a metà o in quattro parti i pomodorini dopo averli lavati e aggiungerli nella padella. Aggiungere il sale e proseguire la cottura per 7-8 minuti. A questo punto alzare la fiamma e far colorire i pomodorini.

Intanto pulite le uova rimuovendo la pellicina esterna. Aggiungere le uova nella padella , far sfumare col vino bianco e cuocere per non più di un paio di minuti. Aggiustare di sale e aggiungere il prezzemolo tritato.

Intanto avrete fatto bollire abbondante acqua in una pentola, ci avrete calato gli spaghetti e aggiunto il sale.

Scolate la pasta al dente conservando un po’ di acqua di cottura, versarla nella padella, alzare la fiamma e mantecare per un minuto abbondante , quindi servire.

Buon appetito e buon vento…..

3 pensieri riguardo “Il mare in pentola e non solo…

  • 8 febbraio 2010 in 10:24 AM
    Permalink

    Tutti i soci sono invitati a invare le loro ricette…soprattutto Armando!

  • 8 febbraio 2010 in 10:21 AM
    Permalink

    Sono contenta ti sia piaciuta! Quest’estate troveremo sicuramente occasione!

  • 5 febbraio 2010 in 8:14 PM
    Permalink

    Brava Cate…….. quando ci inviti a cena?
    La ricetta è sicuramente appetitosa e da provare.
    Ciao
    Marco Rossi

I commenti sono chiusi

X

Pin It on Pinterest

X